IL PORTALE CHE Dà VOCE AGLI PNEUMATICI

Cura e manutenzione

Tempo di lettura: 3 Minuti

Tre modi per pulire gli pneumatici efficacemente

Condividi :

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Una cosa a cui non si pensa spesso è che gli pneumatici hanno bisogno di pulizia per funzionare efficacemente.

Per assicurarsi che non si verifichino perdite di aderenza improvvise, è importante dedicare al proprio treno di gomme un riguardo extra, specialmente durante il cambio stagionale.

Ma attenzione: non si tratta solo della pulizia ma di un senso semplicemente estetico.

Che tipo di pulizia va applicata agli pneumatici e perchè? Come vanno puliti i vari tipi di gomma?

Continua a leggere per scoprire di più!

Le grosse scanalature estive

In uno pneumatico estivo possiamo trovare delle scanalature più larghe e profonde rispetto alle altre tipologie di pneumatici. Questo rende la pulizia molto più scorrevole e semplice da attuare, anche grazie all’assenza di intagli e lamelle nel battistrada.

Tutte le volte che ci troviamo costretti ad attraversare strade sterrate, o a parcheggiare al mare o in zone senza asfalto, lo sporco si accumula all’interno delle scanalature del battistrada, riducendone l’aderenza e il potere di drenaggio dell’acqua in caso di pioggia. Liberarsi dei residui e dei detriti in questo caso è piuttosto semplice: basta infatti munirsi di una canna d’acqua, o meglio di un’idropulitrice, e passare bene con il getto lungo le scanalature passando tutto il disegno del battistrada.

Ci si può aiutare utilizzando una miscela di acqua e sapone, nonostante l’utilizzo di prodotti chimici sarebbe da limitare, essendo questi piuttosto aggressivi sui materiali che compongono la mescola e potrebbero dunque danneggiarla.

Gli intagli delle gomme invernali

Il discorso si fa leggermente più complicato nel caso degli pneumatici invernali, nei quali il disegno del battistrada ha una trama molto più fitta, con un numero di intagli nettamente superiore a quello delle gomme estive.

Il motivo per cui le lamelle sono così numerose è che aumentano il grip quando le temperature sono basse, riuscendo a conferire alla gomma l’aderenza adatta anche su neve e ghiaccio.

Questa funzione può essere inibita dalla presenza di detriti quali terra o sassolini negli intagli, nei quali si forma una sorta di “effetto tappo“.

Per effettuare la pulizia delle gomme invernali nel modo più efficace, inizia girando le ruote dell’auto e spegnendo il motore; poi, con un piccolo cacciavite, passa tra gli intagli per eliminare i sassolini delicatamente, così da evitare metodi troppo invasivi.

È consigliabile dare una passata con l’idropulitrice a lavoro ultimato, così da liberarsi dello sporco rimasto.

Nel caso fossero presenti tracce di olio o grasso, può essere utile passare con acqua saponata le lamellature, utilizzando uno spazzolino con setole dure per massima efficienza e risciacquando infine con l’acqua.

Pulizia al momento del cambio gomme

Il cambio delle gomme tra estive e invernali è un momento perfetto per pulire a fondo il tuo treno di pneumatici. Perchè?

Nel momento in cui le gomme vengono staccate dall’auto, operare una pulizia completa e a 360 gradi diventa più che facile: basta immergerle una ad una in delle piccole vasche piene d’acqua e lasciare che il tempo scrosti e si liberi dello sporco.

Certo, non tutti possono disporre di una vasca o di un catino abbastanza grande, e in questo caso si può utilizzare ancora una volta l’idropulitrice o una canna d’acqua: essendo lo pneumatico libero e staccato dall’auto, sarà comunque molto più facile assicurarsi che la pulizia sia completa.

Dopo avere dato l’ultima passata con acqua e sapone, un buono modo per dare il risciacquo finale è quello di utilizzare acqua calda, che riesce a liberarsi anche dei più recidivi residui di grasso o olio. Una volta completamente asciutte, le gomme saranno pronte per andare “in letargo” per lo stoccaggio stagionale, senza che lo sporco accumulato le rovini col tempo.

Per completare l’opera, si sconsiglia di utilizzare un apposito unguento o spray lucidante, che oltre a dare ulteriore protezione allo pneumatico, gli conferisce un aspetto accattivante che lo fa sembrare come nuovo.

Be wise, drive safe. 

Il team Outrider

Articoli correlati

News, Ordinanze

Gomme invernali: c’è tempo fino al 15 maggio per sostituirle

News

Ennesimo riconoscimento per Metzeler, eletto miglior marchio di gomme moto

Uncategorized

Cyber Tyre: Pirelli fa comunicare pneumatici e vettura!

Pneumatici Estivi Test

Kumho Ecsta HS51 – Test, opinioni e recensioni

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere
news e aggiornamenti

PROSSIMI APPUNTAMENTI

da mercoledì 21 a mercoledì 28 aprile 2021

Salone di Shangai 2021

15 Aprile 2021

Cambio Gomme Estive

autunno 2021

Nokian Hakkapeliitta 10