IL PORTALE CHE Dà VOCE AGLI PNEUMATICI

Guide e consigli

Tempo di lettura: 3 Minuti

Tre consigli per avere una perfetta guida invernale

Condividi :

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

La guida d’inverno può presentare qualche difficoltà in più, soprattutto quando si tratta di aderenza dei pneumatici nelle meno agevoli superfici tipicamente invernali.

L’elemento principale da tenere in considerazione è la profondità del battistrada, ma ci sono altri controlli che possono massimizzare la resa delle gomme e prevenire il calo delle performance.

Vuoi conoscere i nostri consigli per una perfetta guida invernale? Continua a leggere il nostro articolo.

1.Controlli principali

La profondità del battistrada è un fattore determinante per quanto riguarda la guida durante l’inverno, specialmente su superfici fangose. Uno pneumatico nuovo ha uno spessore di circa 8-9 mm. Il limite legale di usura è di 1,6 mm, ma è consigliabile la sostituzione già quando la profondità raggiunge i 3-4mm, livello dal quale le gomme iniziano a usurarsi più velocemente.

Il secondo controllo al quale si deve dare la precedenza è quello della condizione delle lamelle: dal momento che la presa dei pneumatici è definita dal disegno e dal materiale del battistrada, scanalature e lamelle devono essere tenute sotto osservazione. Per rendere possibile una buona aderenza, i bordi della lama devono essere affilati e la mescola di gomma deve avere una certa morbidezza.

Nel caso le lamelle fossero basse, poco flessibili e con i bordi arrotondati, bisognerebbe prendere in considerazione il cambio della gomma, in quanto i fattori di aderenza verrebbero meno proprio nelle superfici più scivolose.

2.Evitare l’usura

Per rallentare considerevolmente l’usura del pneumatico potrebbe essere necessario adottare uno stile di guida meno aggressivo. Ci sono tante piccole accortezze che potrebbero giovare sia all’integrità della gomma sia alla sicurezza in generale dei passeggeri, come ad esempio evitare frenate brusche o utilizzare pneumatici adatti alla stagione e consigliati dalla casa costruttrice del veicolo.

Dal momento che i pneumatici anteriori si consumano più rapidamente rispetto a quelli posteriori, è consigliabile effettuare con una certa costanza l’inversione cambiandoli spesso di posizione, garantendo così un’usura più uniforme e una maggior durata del battistrada. L’inversione non può però evitare l’usura dovuta a una pressione di gonfiaggio non conforme agli standard, della quale parleremo nella prossima sezione.

3.Pressione e aderenza

Un monitoraggio adeguato della pressione del pneumatico può aumentare considerevolmente il livello di sicurezza alla guida.

Se ad esempio la pressione risulta essere troppo bassa, potremmo avere un deterioramento del cerchione e dei bordi del battistrada, dovuto all’usura accelerata, che sfocerebbe in una diminuzione dell’aderenza su ogni tipo di superficie.

Nel caso, invece, in cui la pressione fosse esagerata, col passare del tempo potrebbe verificarsi una deformazione della struttura del pneumatico, oltre all’usura della parte centrale del battistrada e dei componenti dell’auto in generale.

Mentre per le gomme estive i valori per una pressione corretta stanno fra i 2.0 e i 3.0 bar, per le invernali è consigliabile aumentarli di 0.2 bar, dal momento che il freddo influisce negativamente sulla pressione, anche se in piccola percentuale.

La pressione dei pneumatici ha un notevole impatto anche per quanto riguarda i consumi, e ne abbiamo parlato nello specifico in questo nostro articolo.

Altri controlli

Vi sono infine alcuni piccoli accorgimenti e controlli relativamente rapidi da effettuare, per essere sicuri di non correre rischi inutili con l’avvento della stagione fredda.

  • Verificare il senso di montaggio al momento dell’applicazione di pneumatici direzionali; in caso di montaggio erroneo, si verificherebbe una perdita di trazione su neve e su bagnato.
  • Riavvitare i dadi ogni 100/200km, nel caso l’auto fosse dotata di cerchi in lega.
  • Spostare gli anelli di centraggio sugli invernali al momento del cambio gomme; nel caso in cui ne mancassero alcuni, si avvertirebbe una vibrazione continua.

 

Don’t be mona: be wise, drive safe. 

Il team Outrider

Articoli correlati

Guide e consigli

Come è fatto lo pneumatico: il tallone

Guide e consigli

Quali sono le differenze tra pneumatico radiale e convenzionale?

News

Pneumatici CO2 Neutral, ecco Michelin

News, Ordinanze

Gomme invernali: c’è tempo fino al 15 maggio per sostituirle

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere
news e aggiornamenti

PROSSIMI APPUNTAMENTI

da mercoledì 21 a mercoledì 28 aprile 2021

Salone di Shangai 2021

15 Aprile 2021

Cambio Gomme Estive

autunno 2021

Nokian Hakkapeliitta 10