IL PORTALE CHE Dà VOCE AGLI PNEUMATICI

Guide e consigli

Tempo di lettura: 5 Minuti

Segmenti auto: perché è importante conoscerli per la scelta dei tuoi pneumatici?

Condividi :

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Nella scelta dello pneumatico, oltre a valutare il tipo di percorso che si affronta e il chilometraggio annuale, è molto importante identificare il modello della propria auto perché ogni segmento ha delle dimensioni specifiche da montare e delle caratteristiche da tenere in considerazione per la scelta.

Al giorno d’oggi esistono tantissimi modelli di auto e quindi riuscire a capire le diverse distinzioni è diventato più complesso.

Per questo sono stati introdotti i segmenti auto, a cui facciamo riferimento per catalogare e suddividere le diverse tipologie. Questa classificazione segmenta i diversi modelli di automobili in base ad alcuni criteri come la dimensione, i volumi e la destinazione d’uso.

Quindi, cosa sono i segmenti auto nello specifico? Quali sono e che automobili ne fanno parte?

Continua a leggere per scoprirne di più!

Tempo stimato di lettura: 4 minuti

In questo articolo troverai

Cosa sono i segmenti auto?

I segmenti sono stati introdotti per permettere di differenziare diverse tipologie di auto. Qualche anno fa, quando c’erano meno modelli di automobili in circolazione, si parlava di utilitaria, berlina, wagon, fuoristrada e tutto era facilmente comprensibile. Con l’aumento dei modelli delle auto però è diventato necessario suddividere le auto secondo altri criteri, e un esempio sono le berline che sono state distinte ulteriormente in base al numero di volumi dividendosi quindi in due o tre volumi.

L’offerta delle case automobilistiche è aumentata per andare incontro alle richieste dei clienti e quindi sono state introdotte le city car (piccole utilitarie), i SUV e i Crossover. Soprattutto quando si cerca un confronto diretto tra diversi modelli, questa grande quantità di varianti potrebbe creare confusione ed è anche per questa ragione che sono stati introdotti i segmenti auto. Questi hanno dunque il compito di portare un po’ di chiarezza in mezzo a tutte le diverse tipologie e versioni di automobili attraverso una classificazione universale.

Questa è stata stabilita a livello europeo in base ad accordi internazionali con i produttori in modo da individuare più semplicemente le auto appartenenti alla stessa categoria. C’è da precisare però che i segmenti auto non sono stabiliti per legge, ma questa classificazione è solamente convenzionale, quindi non è raro trovare qualche casa automobilistica che “gioca” su queste suddivisioni per cercare di attirare maggiormente i consumatori.

Quali sono?

I segmenti automobilistici europei principali sono sei e vanno dalla lettera A alla lettera F. Più in dettaglio e con qualche esempio abbiamo:

Segmento A

All’interno di questo segmento rientrano vetture di dimensioni ridotte chiamate anche microcar. Sono le classiche auto piccola per spostamenti in città come la Smart Fortwo.

Segmento B

Per quanto riguarda il segmento B aumentano le dimensioni ed è quello più ampio. Infatti racchiude tutte le piccole utilitarie che non superano la lunghezza di circa 4 metri. Un esempio di auto di questo settore sono la Ford Fiesta oppure la Volkswagen Polo.

Segmento C

Anche il segmento C presenta molti modelli diversi. All’interno troviamo berline di dimensioni medie a due o tre volumi come per esempio la Ford Focus oppure la Peugeot 308.

Segmento D

A partire dal segmento D iniziamo ad avere vetture di dimensioni abbastanza grandi. Troviamo infatti berline di dimensioni con lunghezze che variano dai 4 metri e mezzo ai 5 metri. Sono tendenzialmente auto con una declinazione sportiva e di marchi un po’ più blasonati tipo l’Alfa Romeo Giulietta, l’Audi A3 oppure la Mercedes Classe C.

Segmento E

Nel segmento E troviamo tutte le berline premium che appartengono ad una fascia alta e dunque con un prezzo più elevato rispetto a vetture dei segmenti inferiori. Sono vetture executive, berline di grandi dimensioni a tre volumi che normalmente rappresentano il top della gamma cui si riferiscono come la BMW Serie 5 oppure la Maserati Ghibli.

Segmento F

L’ultimo è il segmento F dove sono presenti le vetture di lusso, sportive e con tecnologie di ultima generazione. All’interno di questo segmento troviamo marchi come Porsche, Jaguar e Rolls Royce.

Perché è utile conoscerli?

Al momento non rientrano in nessuno dei segmenti appena analizzati altre due tipologie di vetture:

  • MPV (multi purpose cars) dove troviamo Minivan e Van;
  • SUV dove sono presenti mezzi 4×4, Mini SUV, SUV compatti e tutti i tipi di Pickup

In conclusione possiamo dire che ogni segmento include vari modelli. Più che la potenza, le caratteristiche del motore o gli optional di un dato modello, per far rientrare un’auto in una categoria piuttosto che in un’altra contano maggiormente le dimensioni, quanti passeggeri può trasportare, per cosa viene utilizzato e i volumi. 

Ad esempio infatti una Volkswagen Golf come abbiamo detto precedentemente appartiene al segmento C e quindi un modello di auto più grande come la Ford Mondeo apparterrà al segmento successivo (il segmento D) mentre un’auto di dimensioni più piccole come la Fiesta, sempre della Ford, appartiene al segmento inferiore, ovvero B.

Come affermato all’inizio di questo articolo, ci teniamo a ribadire che i segmenti auto sono classificazioni introdotte per semplificare il raggruppamento e di conseguenza facilitare anche un paragone tra i diversi modelli di veicoli presenti sul mercato.

È utile quindi conoscerli in modo da evitare errori di valutazione durante il confronto di prodotti di segmenti diversi ma anche per poter scegliere gli pneumatici migliori in base alla specializzazione delle singole case: alcune sono specializzate per utilitarie, altre per suv e fuoristrada.

Vi consigliamo comunque di rivolgervi al vostro gommista di fiducia che, in base alle caratteristiche specifiche della vostra auto e al vostro percorso abituale, vi saprà consigliare lo pneumatici più adatto a voi.

Be wise, drive safe.

Il team Outrider

Articoli correlati

Guide e consigli

Come è fatto lo pneumatico: il tallone

Guide e consigli

Quali sono le differenze tra pneumatico radiale e convenzionale?

News

Pneumatici CO2 Neutral, ecco Michelin

News, Ordinanze

Gomme invernali: c’è tempo fino al 15 maggio per sostituirle

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere
news e aggiornamenti

PROSSIMI APPUNTAMENTI

da mercoledì 21 a mercoledì 28 aprile 2021

Salone di Shangai 2021

15 Aprile 2021

Cambio Gomme Estive

autunno 2021

Nokian Hakkapeliitta 10