IL PORTALE CHE Dà VOCE AGLI PNEUMATICI

Guide e consigli

Tempo di lettura: 3 Minuti

Pneumatici con profilo basso: perché sì e perché no

Condividi :

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Ogni auto può montare solamente determinate misure di pneumatici, e queste sono indicate dal costruttore del mezzo. Il guidatore ha dunque un vasto range di dimensioni tra cui scegliere in base anche alle proprie esigenze. C’è chi preferisce alti livelli di comfort e chi preferisce invece che il lato estetico delle gomme sia al meglio.

Ma in che modo queste caratteristiche possono variare con il profilo? Come sceglierne l’altezza?

Continua a leggere per scoprirne di più! Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Cos’è il profilo e perché si dice “basso”

L’altezza della gomma è definita come la distanza dal cerchione alla spalla (bordo) dello pneumatico. Insieme alla larghezza e al diametro del cerchio, l’altezza, è una delle misure con le quali è possibile definire la dimensione effettiva da montare sulla propria auto. Se si cambia uno di questi parametri, tutti gli altri devono adattarsi per mantenere il diametro totale previsto dal costruttore.

Le gomme dal profilo basso sono quelle con un’altezza laterale piccola rispetto alla larghezza totale dello pneumatico. Gomme di questo tipo vengono solitamente equipaggiate nei veicoli di categoria medio-alta, come le auto sportive o comunque con prestazioni più elevate.

Vengono inoltre scelte da chi vuole attribuire determinate caratteristiche estetiche al proprio veicolo. Ad esempio, spesso, i fan del tuning le scelgono per poter così ingrandire il cerchio, dando un tono più sportivo al loro veicolo.

Abbassare il profilo è la scelta migliore?

Utilizzando degli pneumatici dal profilo basso, si possono trarre alcuni benefici per l’intero veicolo a livello di prestazioni. Infatti, con cerchioni più grandi e/o pneumatici più larghi, si può verificare un aumento dell’aderenza su superfici asciutte anche in curva, con conseguente maggiore sicurezza e diminuzione dei tempi di frenata.

Specialmente in situazioni di guida sportiva, o comunque su percorsi con curve brusche, la maggiore durezza della gomma derivante dal profilo basso influenza positivamente la stabilità dell’auto.

Un altro elemento che rende il profilo basso più utile al guidatore è la sensazione di maggiore controllo che fornisce: si sente meglio il contatto con la strada e si riesce ad anticipare curve ed ostacoli con più facilità.

Infine, la caratteristica più visibile delle gomme con profilo più basso è il look sportivo che conferisce all’auto: la componente estetica infatti è ciò che influenza di più i conducenti nella scelta dell’altezza del profilo.

Inconvenienti e difficoltà

Per mantenere al giusto livello di gonfiaggio una gomma dal profilo basso è necessario monitorarne spesso la pressione. Infatti nel caso in cui la pressione fosse troppo bassa, la gomma sarebbe più esposta ad eventuali danneggiamenti rispetto ad una con il profilo normale, e aumenterebbero i rischi alla guida.

Per quanto riguarda i danni di minor importanza invece, il bordo di uno pneumatico a basso profilo risulterà meno efficace a proteggerlo da eventuali buche, rendendo più probabile un danneggiamento dei cerchi in lega.

La pressione non è l’unico aspetto che risulta più precario: anche i ritmi di usura cambiano con un profilo basso. A seconda del tipo di auto e del modo in cui il conducente guida, la gomma potrebbe usurarsi più in fretta. Non per niente questo tipo di gomma viene solitamente usato nelle auto sportive e da competizione, dove i ritmi di usura risultano di seconda importanza rispetto all’aderenza.

E infine, un ultimo dettaglio abbastanza importante: le impostazioni dei fari devono cambiare nel caso l’altezza della gomma venga modificata, per garantirne sempre la posizione adeguata.

In definitiva, quali sono i pro e i contro di un basso profilo?

Pro

  1. Prestazioni
  2. Stabilità
  3. Estetica

Contro

  1. Usura più rapida
  2. Controlli frequenti e costanti
  3. Poco performante su fondi irregolari (con buche)

Un basso profilo, quindi, può dare diversi vantaggi come prestazioni e specialmente a livello estetico, ma come svantaggio ha il fatto che necessita di cure più frequenti e costanti in modo da poter mantenere la ruota al massimo della forma.

Puoi scegliere buone gomme su questo sito auto-doc.it.

Be wise, drive safe. 

Il team Outrider

Articoli correlati

Guide e consigli

Come è fatto lo pneumatico: il tallone

Guide e consigli

Quali sono le differenze tra pneumatico radiale e convenzionale?

News

Pneumatici CO2 Neutral, ecco Michelin

News, Ordinanze

Gomme invernali: c’è tempo fino al 15 maggio per sostituirle

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere
news e aggiornamenti

PROSSIMI APPUNTAMENTI

da mercoledì 21 a mercoledì 28 aprile 2021

Salone di Shangai 2021

15 Aprile 2021

Cambio Gomme Estive

autunno 2021

Nokian Hakkapeliitta 10