IL PORTALE CHE Dà VOCE AGLI PNEUMATICI

News

Tempo di lettura: 4 Minuti

Il futuro degli pneumatici tra ecosostenibilità e innovazione

Condividi :

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
pneumatico natura

L’innovazione tecnologica è da sempre oggetto di ingenti investimenti nel settore degli pneumatici, per rendere più efficiente la produzione e per aumentare le performance.

Nell’ultimo decennio, sono stati fatti passi avanti anche per la tutela ambientale: sia per quanto riguarda la raccolta e riciclo dei PFU che per il consumo di carburante.

Quali sono le novità tecnologiche? In che modo i pneumatici stanno diventando sempre più “green”? Quali sono i benefici per gli automobilisti?

Continua a leggere per saperne di più!

In questo articolo troverai

I pneumatici del futuro

pneumatico futuro

Il futuro della mobilità” è uno degli argomenti più caldi di questo periodo.

Dalla prospettiva di auto sempre più connesse alle città, sino all’incentivazione all’acquisto di auto elettriche in cui gli pneumatici svolgono ancora di più un ruolo determinante. 

Di fatti, come si è reso necessario concepire pneumatici adatti ad auto sempre più potenti e performanti realizzate negli ultimi 50 anni, in questo momento è necessario realizzare pneumatici adatti ad auto che hanno come focus l’attenzione all’ambiente.

Nel “2° Osservatorio Continental Mobilità e Sicurezza” (al quale noi di Outrider abbiamo avuto l’onore di partecipare), si è parlato di come il 78,7% degli automobilisti vorrebbe autoveicoli sicuri ed ecologicamente puliti.

A questo crescente interesse verso la sostenibilità, le case produttrici rispondono con una proposta di “pneumatici green”. Si potrebbe pensare che questa sia una scelta per rispondere alle richieste dei consumatori, quindi più per moda che per etica

In realtà non è così! 

Prendiamo il caso di Michelin che, con l’obiettivo di raggiungere entro il 2050 emissioni zero di CO2, punta al miglioramento dei materiali attraverso l’utilizzo di prodotti naturali e ristruttura tutto il ciclo produttivo dei pneumatici in modo da ridurre le emissioni degli impianti.

Oppure il caso di Continental, che mira al riciclo dei pneumatici attraverso la separazione delle componenti (gomma, acciaio e tessile) e al loro riutilizzo come fonte di energia o di diversa natura.

Sullo stesso campo d’azione di Michelin si muove Bridgestone, che punta alla produzione di pneumatici attraverso materiali 100% sostenibili.

Insomma, tutte iniziative non semplici da attuare e che richiedono ingenti investimenti in ricerca e sviluppo, troppo grandi per essere una mera strategia di marketing.

Se non c’è aria non può bucarsi

Oltre alla sostenibilità ambientale, molte case produttrici stanno lavorando su un concept rivoluzionario: pneumatici senza aria

A livello strutturale, la mancanza di camera d’aria porta alla riduzione dei materiali necessari da utilizzare in fase di produzione e quindi anche una riduzione di peso. La carcassa, infatti, sarà meno strutturata e con la sola funzione di mantenimento di elasticità e solidità dei pneumatici. Inoltre anche lo spessore sarà ridotto, in quanto rimarrà solo il battistrada sostenuto da una struttura più sottile.

Si comprende, quindi, il ruolo predominante che acquisirà la qualità dei materiali utilizzati nella mescola e l’importanza del disegno del battistrada, che dovrà essere studiato in ogni minimo dettaglio. 

Tutto ciò si traduce in una resistenza al rotolamento inferiore, grazie al minor peso dei pneumatici dovuto ad una struttura più snella, una mescola migliorata e un disegno del battistrada più efficiente. Il risultato finale sarà una emissione di CO2 inferiore, riducendo anche il consumo di carburante

Per gli automobilisti i vantaggi sono molti.

Infatti, non sarà più necessario preoccuparsi della pressione dei pneumatici e delle forature. Dettaglio importantissimo se si pensa che, secondo la campagna “Vacanze Sicure” (realizzata dalla Polizia stradale su iniziativa di Assogomme e Federpneus), più del 50% degli automobilisti viaggia con pneumatici sgonfi e, come detto in molti nostri articoli, una pressione non ottimale compromette la sicurezza e porta ad un incremento di emissioni e dei consumi di circa il 15%. 

Un ulteriore e importantissimo vantaggio è la riduzione di PFU prodotti. Secondo gli studi di Michelin condotti sulle nuove Uptis, la carcassa di ogni “ruota-pneumatico” sarà ricostruibile fino al doppio delle volte rispetto ai classici pneumatici.

Ecologia e pneumatici

pneumatico ecologico

Quindi, il futuro degli pneumatici ha imboccato una strada tortuosa e caratterizzata da ingenti investimenti, per produttori e autorità governative: l’ecologia. 

Sono circa 1,5 miliardi gli pneumatici venduti nel mondo ogni anno (di cui 22 milioni l’anno solo in Italia), e 380.000 sono le tonnellate di PFU prodotte nel nostro paese ogni anno.

Attraverso l’innovazione tecnologica, si potrebbe dimezzare la quantità di PFU prodotta e ridurre di molto le emissioni di anidride carbonica derivante da una riduzione di consumo di carburante. La maggior efficienza energetica, inoltre, è applicabile anche in vista dell’utilizzo di auto elettriche che eliminerebbe il problema delle emissioni.

Per quanto si possa pensare che il tema dell’ecologia applicata agli pneumatici sia una scelta modaiola, i benefici sono tangibili e necessari, sia per noi automobilisti che per l’ecosistema in cui viviamo.

Be wise, drive safe.

Il team Outrider

Articoli correlati

Guide e consigli

Come è fatto lo pneumatico: il tallone

Guide e consigli

Quali sono le differenze tra pneumatico radiale e convenzionale?

News

Pneumatici CO2 Neutral, ecco Michelin

News, Ordinanze

Gomme invernali: c’è tempo fino al 15 maggio per sostituirle

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere
news e aggiornamenti

PROSSIMI APPUNTAMENTI

da mercoledì 21 a mercoledì 28 aprile 2021

Salone di Shangai 2021

15 Aprile 2021

Cambio Gomme Estive

autunno 2021

Nokian Hakkapeliitta 10