IL PORTALE CHE Dà VOCE AGLI PNEUMATICI

Guide e consigli

Tempo di lettura: 4 Minuti

Dolori alla schiena quando guidi? Il comfort dipende anche da te. I consigli Outrider!

Condividi :

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin

Il comfort alla guida è un aspetto fondamentale quando si utilizza la macchina abitualmente o quando si intraprendono lunghi viaggi. 

Diversamente dal pensiero comune, la qualità del sedile non è l’unico aspetto che lo influenzaCi sono, come vedremo, dei piccoli accorgimenti che permettono al corpo di non essere in tensione e, allo stesso tempo, di garantire la totale sicurezza.

Qual è il modo corretto di mettersi al volante? Come si mantiene una postura adeguata?

Continua a leggere per scoprire di più!

Come regolare il sedile: i consigli di Outrider

Il comfort è una di quelle qualità che un’automobile dovrebbe avere di default, soprattutto quando chi la compra viaggia spesso per passione o per lavoro. Guidare frequentemente crea molti stress, ma se si aggiungono anche i dolori alla schiena o alle gambe, viaggiare non diventa più un momento di piacere.

Molte volte non dipende soltanto dall’automobile, ma dalle nostre disattenzioni. Scopriamo il perché!

Per guidare comodi innanzitutto bisogna regolare il proprio sedile nel migliore dei modi. Sembra scontato? Eppure non lo è! La maggior parte delle persone entra in macchina e mette in moto, senza controllare se il sedile si trova nella posizione corretta, per poi ritrovarsi dopo due ore di viaggio con il mal di schiena. 

L’aspetto principale da considerare per regolarlo è la sicurezza. Il sedile deve essere nella posizione più alta possibile per fare in modo che si abbia il migliore campo visivo. Non si deve esagerare però! La testa deve distare dal tettuccio circa 5-6 centimetri.

Inoltre, bisogna avvicinare il sedile al volante in modo da poterlo raggiungere facilmente, appoggiando la schiena allo schienale. Le braccia devono essere morbide, né tese né troppo piegate. 

Stessa cosa per le gambe! I piedi devono essere appoggiati al pedali senza queste siano tese. Per verificarlo, prova a schiacciare un pedale fino in fondo. Se la gamba rimane piegata sei nella giusta posizione!

Non meno importante è l’inclinazione del sedile che deve essere sempre di circa 100 gradi. In pratica, lo schienale deve essere quasi verticale. Anche in questo caso, verificalo con la distanza tra il sedile e le tue ginocchia: dovrebbe essere di circa 2-3 dita.

Se seguirai anche solo questi semplici consigli, sicuramente la tua guida sarà più confortevole. Ricordati comunque che queste indicazioni servono anche per raggiungere la massima sicurezza e, quindi, per evitare incidenti.

Mal di schiena quando guidi? Prova a controllare la postura

Per una guida comoda sicuramente la prima cosa da fare è regolare il sedile. Quindi, ogni volta in cui entri in macchina controlla la posizione del tuo sedile, soprattutto se non sei l’unico che la utilizza! 

Oltre al sedile, però, è importante assumere una posizione corretta: bisogna essere appoggiati allo schienale con la giusta inclinazione (100 gradi) con una posizione discretamente eretta in modo che il poggiatesta sia parallelo alla testa e che la distanza fra loro sia minima.

La colonna vertebrale è la parte più importante da tutelare e il modo migliore per farlo è regolare il supporto lombare dello schienale assicurandosi che sorregga la parte inferiore della schiena nel miglior modo possibile. Allo stesso tempo, anche le parti laterali del sedile devono essere confortevoli, come conseguenza della regolazione del sedile.

Viaggi lunghi: come affrontarli?

Quando si affrontano viaggi lunghi, è importante avere una postura corretta e regolare bene il sedile; molte volte, però, non sono sufficienti queste accortezze, ma sono necessari dei piccoli stratagemmi. 

Infatti, anche una posizione corretta e confortevole può diventare scomoda e causare dolori alla schiena, se tenuta per un tempo eccessivamente lungo. Il consiglio è di fare una pausa ogni 2 ore di circa 15 minuti. In questo modo la schiena riposa, la tensione si affievolisce e sarai pronto per ripartire nuovamente!

Un altro aspetto a cui bisogna fare attenzione e che spesso viene sottovalutato è il bracciolo. Molti pensano che appoggiarsi possa alleviare la tensione e scaricare il peso dalla schiena. In realtà accade esattamente l’opposto: appoggiarsi a lungo, infatti, porta ad una posizione di guida scomposta che causa maggiori dolori, senza contare che in caso di emergenza non si hanno i riflessi pronti ad agire.

Se stai pensando di acquistare un nuovo veicolo e sei particolarmente sensibile ai dolori alla schiena, stai molto attento alla qualità dei sedili. Anche questo aspetto spesso viene sottovalutato, eppure con un semplice test-drive si può capire se è fatto apposta per noi.

Don’t be mona: be wise, drive safe. 

Il team Outrider

Articoli correlati

Guide e consigli

Come è fatto lo pneumatico: il tallone

Guide e consigli

Quali sono le differenze tra pneumatico radiale e convenzionale?

News

Pneumatici CO2 Neutral, ecco Michelin

News, Ordinanze

Gomme invernali: c’è tempo fino al 15 maggio per sostituirle

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere
news e aggiornamenti

PROSSIMI APPUNTAMENTI

da mercoledì 21 a mercoledì 28 aprile 2021

Salone di Shangai 2021

15 Aprile 2021

Cambio Gomme Estive

autunno 2021

Nokian Hakkapeliitta 10